Italiano Français

logo Costume d’Autrefois Association Le Costume d´Autrefois

05460 Abries en Queyras
Tel. e Fax 04 92 46 87 32
costume.autrefois@wanadoo.fr

 

Maison du costume d´Abries - Vallée du Queyras
Nel cuore del paese d´Abries, comune del Parc Naturel Régional du Queyras, nelle Hautes-Alpes, la  "Maison du Costume et du Livre" ha allestito a piano terra l´esposizione dell´Associazione " Le Costume d´Autrefois ". Quest´anno il tema "l´abbigliamento dell´uomo" offre una testimonianza sul modo di vivere degli abitanti del Queyras durante l´ultimo secolo.
I costumi, pezzi autentici, sono stati rinvenuti presso gli abitanti.
Temi diversi vengono proposti ogni anno. Vogliamo interessare il nostro pubblico facendo appello all´emozione che possono suscitare i ricordi di una generazione che ha indossato questi vestiti, qui o altrove.
Nulla è immutabile: la storia degli incontri franco-italiani - la storia degli Escartons - la storia del merletto comune alle nostre valli, fanno di questo museo un universo dove parecchi visitatori possono ritrovare gli stessi usi della loro terra.
La nostra esposizione sarà visitabile fino a maggio 2008, con i costumi in nostro possesso ed altri in prestito. Divise amministrative : dell´arma - doganali - scolari, alle sottovesti e il "nécessaire" da viaggio per l´uomo, di passaggio alla fiera di Guillestre ed una collezione di cappelli e galosce fanno di questa visita un´escursione attraverso i tempi.
Al termine della visita viene proposta una dimostrazione di merletto con i fusi, su un tipico tamburo del Queyras, per un corredo da sposa, poi una passeggiata nel giardino che si è arricchisce ogni anno di nuove piante, infine la lettura dei pannelli esterni racconta la storia dei filati e dei colori.
Il museo è alla sua quarta esposizione. Noi speriamo che questo viaggio attaraverso il patrimonio del Queyras contribuisca all´arricchimento di ogni visitatore e susciti una partecipazione sempre più rilevante nell´ambito degli scambi tra le nostre valli.
I costumi, pezzi autentici, sono stati rinvenuti presso gli abitanti.
Temi diversi vengono proposti ogni anno. Vogliamo interessare il nostro pubblico facendo appello all´emozione che possono suscitare i ricordi di una generazione che ha indossato questi vestiti, qui o altrove.
Nulla è immutabile: la storia degli incontri franco-italiani - la storia degli Escartons - la storia del merletto comune alle nostre valli, fanno di questo museo un universo dove parecchi visitatori possono ritrovare gli stessi usi della loro terra.
La nostra esposizione sarà visitabile fino a maggio 2008, con i costumi in nostro possesso ed altri in prestito. Divise amministrative : dell´arma - doganali - scolari, alle sottovesti e il "nécessaire" da viaggio per l´uomo, di passaggio alla fiera di Guillestre ed una collezione di cappelli e galosce fanno di questa visita un´escursione attraverso i tempi.
Al termine della visita viene proposta una dimostrazione di merletto con i fusi, su un tipico tamburo del Queyras, per un corredo da sposa, poi una passeggiata nel giardino che si è arricchisce ogni anno di nuove piante, infine la lettura dei pannelli esterni racconta la storia dei filati e dei colori.
Il museo è alla sua quarta esposizione. Noi speriamo che questo viaggio attaraverso il patrimonio del Queyras contribuisca all´arricchimento di ogni visitatore e susciti una partecipazione sempre più rilevante nell´ambito degli scambi tra le nostre valli.

 

ico

 



marchi

© 2008 - CASA DEGLI ESCARTONS - Via San Giovanni, fraz. Rivet - 10060 Pragelato (TO) - Tel. 0122.741028 - parco.valtroncea@ruparpiemonte.it